4 giorni a Barcellona: ecco il nostro itinerario per la Pasqua 2019

Pasqua 2019 a Barcellona

Visitare Barcellona durante le prossime vacanze di Pasqua 2019 è una delle migliori esperienze che si possano provare. La città catalana, grazie alle sue numerose attrazioni, ha molto da offrire. L’ideale sarebbe organizzare una vacanza di 4 giorni, in modo da non perdere nemmeno uno dei luoghi d’interesse così amati dai turisti stranieri, che arrivano qui durante tutto l’anno per scoprire le sue bellezze.
Di seguito il nostro itinerario di 4 giorni a Barcellona per Pasqua 2019.

Giorno 1: I monumenti più caratteristici della città Catalana

Durante il primo giorno di visita a Barcellona il consiglio è di concentrarsi in prevalenza sui monumenti più caratteristici della città catalana, ispirati dal genio creativo dell’architetto Antoni Gaudí. Al mattino ci si può concentrare sulla Sagrada Familia e sulla Casa Batlló. La basilica è uno dei simboli di Barcellona più conosciuti in tutto il mondo. Non tutti sanno che la Sagrada Familia ancora oggi è sostanzialmente una costruzione incompiuta. Secondo gli ultimi aggiornamenti, la fine dei lavori è prevista per il 2026. Il suggerimento è di recarsi qui alle prime ore (l’apertura al pubblico è fissata alle 9 del mattino), in modo da evitare la ressa dei turisti presente nelle ore centrali della giornata, soprattutto durante il fine settimana. La Casa Batlló è tra gli emblemi dell’architettura moderna a livello mondiale. Realizzata nei primi anni del Novecento da Gaudí, è ufficialmente entrata a far parte dei siti patrimonio UNESCO dall’anno 2005. Nella seconda parte di giornata, si può concludere il tour dedicato alle opere più celebri che Antoni Gaudí ha donato a Barcellona visitando la Casa Milà (conosciuta anche con il nome di Pedrera) e il Parc Guell. La prima ha in comune con tutte le altre opere dell’architetto spagnolo l’eccentricità e l’aspetto futuristico, elementi che certificano da subito la sua paternità. Il Parc Guell è ritenuto da molti uno dei parchi più belli del mondo. Dalla sua posizione rialzata è possibile godere di un panorama eccezionale su tutta la città.

Giorno 2: Visita ai musei e giardini

Per la vigilia di Pasqua, vi consigliamo la visita al museo di Picasso, uno dei più importanti di tutta Barcellona. Si trova nel caratteristico quartiere Born, raggiungibile con la linea metropolitana gialla L4 scendendo alla fermata Jaumie I. Seconda parte della giornata dedicata invece all’escursione alla collina del Montjuic, ribattezzata come il polmone verde della città catalana. Situato a un’altitudine di 173 metri, il Montjuic ospita un parco ricco di giardini e musei. Consigliamo soprattutto la visita al Giardino Botanico di Barcellona e alla Fondazione Mirò, oltre che al Castello di Montjuic. Restate qui fino al tramonto, in modo da non perdervi la vista spettacolare dai Giardini Miramar ma soprattutto lo show della Fontana Magica, una delle attrazioni più amate sia dai turisti che dagli stessi residenti. Il Parco del Montjuic è raggiungibile agevolmente con il bus numero 150, in partenza da plaça Espanya. In alternativa si può utilizzare la funicolare del Montjuic. La Fontana Magica si trova invece ai piedi della collina, per raggiungerla prima dello spettacolo serale è sufficiente prendere di nuovo il bus numero 150 e fare il percorso inverso.

Giorni 3 e 4: Pasqua e Pasquetta a Barcellona

Per la domenica di Pasqua, in assenza di eventi particolari, l’ideale è immergersi nel centro di Barcellona o tra le vie dello shopping, iniziando da La Rambla, una delle vie più famose al mondo. Tra le tante attrazioni da visitare in occasione della passeggiata da Placa Catalunya alla Statua di Colombo sottolineiamo la fontana di Canaletes, il Mercato della Boqueria, Plaça Reial e il Palau Guell, quest’ultima una delle prime opere del famoso architetto Antoni Gaudí. Terminata La Rambla, consigliamo la visita al quartiere Gotico con pranzo annesso, prima di trascorrere il resto della giornata tra il Port Vell e lo storico quartiere Barceloneta. Per il quarto e ultimo giorno di vacanza a Barcellona, il lunedì di Pasquetta, suggeriamo l’escursione a Tibidabo, posto a oltre 500 metri d’altitudine e famoso per il suo parco divertimenti e per il Tempio Espiatorio del Sacro Cuore, senza contare il panorama suggestivo su tutta la città. Nella seconda parte di giornata potete concludere il tour di Barcellona visitando il quartiere Raval, celebre per ospitare il famoso Gatto di Botero.