Cose da fare a Palma di Maiorca? Ecco 3 cose da visitare assolutamente!

Cattedrale di Palma di Maiorca

Palma di Maiorca è il principale centro abitato dell’isola di Maiorca, che va a costituire l’arcipelago delle isole Baleari. Milioni di turisti ogni anno vengono qui in vacanza durante la stagione estiva, con le visite che si concentrano in particolare nei mesi di luglio e agosto. La maggior parte di essi arriva sull’isola grazie ai traghetti Barcellona Palma di Maiorca, appartenenti alle compagnie di navigazione marittima Balearia e Trasmediterranea. La durata del tragitto in traghetto è stimata intorno alle 7 ore e 30 minuti. I turisti possono dunque contare durante la stagione estiva su un numero massimo di collegamenti settimanali dal capoluogo catalano pari a 19.  Se siete appena giunti a Palma di Maiorca e non sapete cosa fare ecco  3 cose da fare e da vedere sull’isola durante il vostro soggiorno.

La Cattedrale di Santa Maria e il Palazzo dell’Almudaina

Una delle prime cose da vedere a Palma di Maiorca è la Cattedrale di Santa Maria, costruita intorno alla prima metà del XIII secolo e completata agli inizi del Seicento in stile gotico maiorchino. Il principale edificio religioso di Palma è noto soprattutto per il rosone e per le sue dimensioni, che colpiscono in maniera favorevole i turisti in visita al centro storico della città. Rispetto alle altre cattedrali gotiche presenti nel resto del Vecchio Continente, la Cattedrale di Santa Maria si affaccia sul mare ed è protetta dalle mura arabe.
Nei pressi della cattedrale sorge il Palazzo dell’Almudaina. Rappresenta il cuore pulsante dell’acropoli romana di Palma, che fonda le sue radici alla fine del secondo secolo prima della nascita di Cristo. Più che un palazzo si tratta di un complesso di palazzi reali, che si presenta agli occhi dei turisti come una vera e propria fortezza araba. Aperto al pubblico, il Palazzo del Almudaina ospita durante tutti i dodici mesi dell’anno una mostra permanente volta a far conoscere ai visitatori stranieri la pittura maiorchina. Le opere in esposizione appartengono ai secoli XIX e XX.

Castello di Bellver, il quartiere ebraico e il quartiere dei pescatori

Un’altra attrazione da visitare a Palma di Maiorca è il Castello di Bellver, la cui costruzione risale al Trecento per mano dell’imperatore Giacomo II. Così come la Cattedrale di Santa Maria, sorta nello stesso periodo, il Castello di Bellver è costruito in stile gotico. Gli archi interni sono il tratto caratteristico del castello, che si presenta agli occhi dei turisti non tanto come un maniero difensivo ma un’opera artistica a tutti gli effetti.
I due quartieri più interessanti di Palma di Maiorca sono il quartiere dei pescatori e il quartiere ebraico. Il primo ha conservato a distanza di secoli il reticolo di vie realizzato dalla popolazione araba e ospita la chiesa di Santa Creu. Dall’altra parte, il quartiere ebraico è famoso per le sue viuzze strette e per la storia degli ex residenti, conosciuti con l’appellativo dispreggiativo di Xuetes e a lungo emarginati dal resto degli abitanti. Le cose migliorarono soltanto a partire dagli anni Sessanta del secolo scorso.

Le Spiagge di Palma di Maiorca

Durante un soggiorno a Palma di Maiorca non possono poi mancare le spiagge. La più famosa e quella tra le 10 spiagge più belle di Maiorca è la spiaggia di S’Arenal che si estende per 4 km. Le altre due spiagge di riferimento per chi è in visita a Palma di Maiorca sono Cala Estancia e Can Pastilla. La prima la si può raggiungere dal centro di Palma tramite un comodo servizio navetta ed è la meno affollata delle tre citate, garantendo così un’atmosfera più rilassante. Can Pastilla possiede invece numerose strutture ricettive, locali, bar e ristoranti, tanto da essere il centro per eccellenza della movida. La spiaggia di Can Pastilla viene frequentata soprattutto dai più giovani in cerca di divertimento.