Cosa mangiare a Barcellona: i migliori sapori della cucina catalana

Cosa mangiare a Barcellona

Quando si organizza un viaggio a Barcellona bisogna programmare attentamente ogni visita e ogni uscita, poiché c’è tantissimo da vedere. Un luogo ricco di bellezze architettoniche, colori, tradizioni, e sapori. Una delle attrattive maggiori della città è la sua tradizione culinaria, che accompagna i viaggiatori, offrendo loro una serie di prelibatezze da assaggiare.
In ogni strada e in ogni angolo è possibile sentire il richiamo del buon cibo tradizionale, che inebria la città con i suoi profumi rustici e semplici. La tradizione gastronomica culinaria a Barcellona è ricca di storia, ma allo stesso tempo famosa per la sua semplicità. Tutti i piatti catalani sono il risultato di ingredienti semplici, materie prime poco trattate, che vengono abbinate tra loro in modo esemplare, avendo cura di mantenerne intatto il sapore originale. La gastronomia a Barcellona spazia tra piatti di carne e piatti di pesce, entrambi trattati da abili amanti del buon cibo. Il pesce è fresco e appena pescato, e con esso si producono ricette dai sapori unici.
Si può conoscere la tradizione culinaria catalana attraverso un viaggio alla scoperta della bontà della cultura locale, sorseggiando del buon vino, a passeggio lungo la Rambla.

I piatti tipici

Barcellona propone ai visitatori un mondo da scoprire, sia sotto il profilo artistico, sia culinario; si sa che una delle gioie più grandi quando si visita un posto nuovo, è scoprirne la cultura, e respirare a pieni polmoni le sue tradizioni. Quale miglior modo per farlo se non assaggiare i piatti tipici della città?
Una delle ricette più conosciute della catalogna, è il classico “pane al pomodoro” (Pa amb tomàquet). Questa ricetta è un “mai senza” della tradizione della città; un piatto composto da pochi ingredienti, che consente di assaporare al meglio il gusto e il sapore locale. Esso consiste in una fetta di pane tostato, su cui viene strofinato pomodoro, aglio, olio, e un pizzico di peperoncino. Questo è uno spuntino da concedersi in qualsiasi momento, dal sapore delicato ma rustico.
Un altro piatto tipico da assaggiare a Barcellona è la butifarra; questa è una ricetta a base di carne tritata, che viene generalmente accompagnata da fagioli rossi o tartufo. Si può scegliere la variante di carne bianca, o quella di carne rossa, da gustare al sangue; in ogni caso sarà assicurato un gusto unico. Questo particolare piatto potrà essere assaggiato o in specifici ristoranti, che trattano la materia prima in modo egregio, oppure durante alcuni eventi locali, servito su degli appositi stand.
Un altro piatto tipico è il bikini, un semplicissimo panino farcito con prosciutto e formaggio, che prende questo singolare nome dalla Sala Bikini, un club francese in cui veniva originariamente servito.
Ancora, si potranno gustare le prelibatezze provenienti dal mare, come il panino ripieno di calamari fritti appena pescati.

Arte e cibo

La peculiarità di Barcellona, sta nel fatto che è possibile ammirare una bellezza architettonica e subito dopo concedersi uno spuntino in uno dei tanti bar, chioschi, o ristoranti reperibili nelle vicinanze.
Nei dintorni della Sagrada Familia, tra i monumenti più famosi e imponenti della città di Barcellona, ad esempio è possibile assaporare alcune delle prelibatezze tipiche della città. In questi luoghi caratteristici si potranno consumare anche dei pasti completi; si parte dall’antipasto a base di verdure e ortaggi, per poi passare ad una portata principale a base di pesce o carne, a seconda delle preferenze dei turisti. Ma se ci si vuole tuffare appieno nella tradizione catalana, non si può fare a meno di provare i piatti più stravaganti, simbolo della cultura gastronomica più eccentrica, come ad esempio il “Llagosta i pollastre”, un piatto unico composto da pollo, salsa di nocciole, pomodoro e aragosta.
In ogni quartiere, e in ogni stradina, è possibile assaporare un gusto unico e speciale; questo è il caso del quartiere del Barrio Gotico. Qui si potranno assaporare le prelibatezze tradizionali della città, all’interno di locali tipici famosi e antichi, che trasmettono ai turisti tutta la storia spagnola attraverso piatti di pasta, e secondi di carne. In questo quartiere si potrà scegliere di pranzare nei ristoranti più antichi conosciuti della tradizione catalana, assaggiando porzioni di riso con frutti di mare, tapas, o zuppa di lumache.
Ma a Barcellona non possono mancare i dolci, la crema catalana è senza dubbio il simbolo distintivo dell’intera cultura pasticcera spagnola, una morbida crema dorata, caramellata, dal sapore delicato ma pungente allo stesso tempo.
Altri dolci da assaggiare a Barcellona sono: la frutta candita con ricotta e miele, la crema fritta, e del formaggio bianco servito con il miele.

Mercato alimentare

La Boqueria: Mercato alimentare di Barcellona

Una delle più grandi e famose attrattive culinarie a Barcellona, è il mercato alimentareLa Boqueria“. Esso è uno dei mercati alimentari più grande e maestoso d’Europa, che ospita al suo interno numerosissimi stand, che offrono ai visitatori la possibilità di gustare prelibatezze uniche.
All’interno del mercato si possono trovare bar, e ristoranti, che propongono spuntini al volo e tapas di carne o pesce fresco; si potrà scegliere di consumare qualcosa di leggero e salutare, come una spremuta di frutti freschi, o una macedonia, il tutto esposto su grossi stand, che mettono in mostra la magnificenza della gastronomia spagnola.
Ma se non ci si vuole limitare ad uno spuntino a base di frutta, si può scegliere di acquistare una delle prelibatezze dolci o salate, messe in vendita dai vari chioschi: panini con affettati, bontà fritte, piccoli panini ripieni di pesce, oppure dolcetti ricoperti di cioccolato, o glassati al miele.
Insomma Barcellona offre numerose possibilità di godere una vacanza all’insegna del buon cibo, e alla scoperta dell’arte e della cultura catalana.