Cosa vedere a Barcellona in 5 giorni: le attrazioni da non perdere

Arco di trionfo - Parco de la Ciutadella Barcellona

Barcellona è una delle città europee facilmente raggiungibile dall’Italia grazie ai traghetti per Barcellona che sono messi a disposizione per i turisti. Questa città è quella che maggiormente riesce a coniugare la voglia di visitare luoghi storici e d’arte con l’esperienza di provare cibi sorprendenti e tipicamente spagnoli che raccontano la tradizione e la cultura del popolo. Oltre a ciò, moltissime sono le possibilità di fare shopping: dai mercati nelle piazze ai grandi centri commerciali, posti sia fuori città che nel centro storico e per finire shopping di lusso e low cost per qualsiasi esigenza.

Le attrazioni principali di Barcellona

I turisti che arrivano in città per la prima volta altro non desiderano che visitare tutti quegli edifici storici che hanno fatto parlare nel corso degli anni, spesso visti e studiati sui libri di scuola. Vederli dal vivo fa sicuramente un certo effetto. Prima tra tutti si parla della Sagrada Familia, realizzata da Gaudì e mai completata. Il visitatore che si trova davanti questa chiesa rimane certamente estasiato non solo dall’imponenza ma anche dalla stravaganza di questo edificio realizzato con torri altissime che sembrano toccare il cielo. Le tre facciate sono ricche di simbologie che trattano i temi della natività, della passione e della gloria. In aggiunta a ciò, gli interni della Sagrada Familia sono davvero maestosi e richiamano l’idea di un bosco di pietra con colonne a forma di tronco d’albero. Sicuramente questa chiesa è diventata il simbolo della città ed è considerata la principale attrazione che attira turisti da ogni parte del mondo. Dopodiché le attrazioni di Barcellona non sono finite: in cinque giorni si riesce abbondantemente a visitare sia la parte relativa all’arte e alla cultura che svagarsi. Il Parc Güell è un altro luogo immancabile da visitare a Barcellona. Sempre ad opera di Gaudi, il parco offre un posto dove rilassarsi contemplando le magnifiche sculture realizzate dall’artista. In aggiunta, Barcellona è nota per Casa Batlò e Casa Milà, anche nota come la Pedrera. Per quanto riguarda la prima, grazie alla sua particolarità, è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco. La Pedrera invece è stata realizzata nel pieno stile del modernismo catalano ed è una delle attrazioni imperdibili della città. Durante la visita di Barcellona, merita una passeggiata nella Rambla, una delle strade più famose al mondo, il museo dedicato a Picasso, il quartiere Gotico e la Barceloneta che anni or sono era abitata esclusivamente da marinai. Infine, per terminare tra le attrazioni presenti nella città, la Fontana Magica posta sulla collina di Barcellona, regala degli attimi magici appena dopo il tramonto.

Cosa vedere a Barcellona in 5 giorni: le attrazioni da non perdere

Quali attrazioni non perdere in 5 giorni

Oltre agli edifici storici e più famosi, sono diverse le attrazioni che si riescono a visitare durante un breve soggiorno a Barcellona. Imperdibile è la Boqueria, il mercato più frequentato della città anche grazie alla sua posizione strategica sulla Rambla. Questo mercato è uno dei più antichi di tutta la Spagna e al giorno d’oggi racchiude sapori e profumi tipicamente catalani: carni rosse e bianche, pesce, frutta e verdura e per finire luoghi all’interno del mercato dove poter assaggiare le tapas tipiche catalane a base di pesce, salumi e verdure alcun di essi permettono anche di sedersi e di consumare ottime cene. Oltre a ciò, la Cattedrale di Barcellona, spesso confusa dai turisti con la Sagrada Famiilia, è da ammirare per la bellissima facciata in stile gotico e l’interno ricco di statue e cappelle dedicate ai santi. In aggiunta, per chi desidera svagarsi e rilassarsi, è consigliato recarsi nelle spiagge di Barcellona. Queste regalano al visitatore una vista davvero sorprendente della città e del suo mare. Soprattutto in estate, la spiaggia della Barceloneta è una delle mete più gettonate per giovani e per tutti coloro che hanno voglia di festa e divertimento. Una sosta la merita anche il Parc de la Ciutadella, la zona più verde della città ricco di angoli differenti per diverse attività quali fare un pic nic con la famiglia o gli amici, ideale per rilassarsi all’ombra di un albero ma anche fare un giretto in barca sul lago o mangiare un gelato in uno dei tanti chioschetti sparsi nel parco.
Per terminare, anche se non siete dei veri e propri tifosi di calcio, lo stadio della città, denominato Camp Nou, è una delle attrazioni da non lasciarsi sfuggire in questi cinque giorni. Questo stadio è il più grande di tutta l’Europa e con i biglietti experience, il turista può visitare la zona interna relativa agli spogliatoi, l’area stampa, il tunnel dove passano i giocatori, la zona delle panchine e anche il museo con lo spazio multimediale. Al termine dell’esperienza guidata chi è interessato può anche acquistare alcuni articoli nello store ufficiale del FC Barcellona. Sicuramente questo luogo rimarrà impresso nei ricordi perché è una struttura in grado di emozionare non solo i tifosi di questo sport ma anche tutti i visitatori che non seguono in maniera appassionata e continuativa il mondo del calcio.

Come arrivare in città e come spostarsi

Il vostro viaggio sarà davvero semplice e comodo con uno dei tanti traghetti per Barcellona. Il porto di Barcellona si trova al centro Città. Da lì, A discrezione del turista, il taxi, la metro e infine il bus cittadino. Il taxi in Spagna non è molto caro viaggia a qualsiasi ora anche di notte.  I bus cittadini e la metro sono da prediligere per gli spostamenti in città perché rapidi, sicuri e comodi, oltre al fatto di essere economici e adatti a qualsiasi esigenza.

In conclusione, Barcellona è una delle città che meglio si presta ad essere visitata e vissuta anche in pochi giorni, sia dai più giovani che dalle famiglie con bambini appresso. Le attrazioni da visitare sono tante, alcune ricche di storia altre diventate famose per essere simboli di Barcellona e del modo di vivere della gente locale.