Quale delle isole Baleari visitare

Quale delle isole Baleari visitare?

Le Baleari rappresentano la meta ideale per una vacanza tra relax e divertimento. Ogni isola che compone l’arcipelago spagnolo ha una sua intrinseca bellezza fatta non solo di spiagge e movida ma anche di siti storici e riserve naturali. Ecco dunque alcune delle più belle isole delle Baleari da visitare nella prossima vacanza.

Ibiza. La canzone “People from Ibiza” di Sandy Marton è nata nel locale “Cafè del Mar” di San Antoni de Portmany a Ibiza, il regno del divertimento raggiungibile attraverso i Traghetti Barcellona Ibiza. Ibiza è però molto altro grazie al suo patrimonio storico e naturalistico che le è valso il riconoscimento di Patrimonio dell’UNESCO.
La città di Ivissa è un vero museo a cielo aperto, con vivide tracce delle passate dominazioni cartaginesi, fenice, romane e musulmane; l’antica cinta muraria cinge la città alta Dalt Vila, arroccata su una rocca con le rovine del castello saraceno e la Cattedrale di Santa Maria de Les Neus a dominare la città dall’alto. Da visitare poi le vicine necropoli del Puig des Molins, con annesso Museo Monografico ricco di gioielli e amuleti provenienti dalle 2000 tombe del sito.
Non si possono poi dimenticare le splendide spiagge dell’isola quali Es Cavallet, amata dai nudisti, Cala Comte dai vivace fondali ed infine Cala d’Hort dalla quale si gode una vista unica sull’enigmatico isolotto di Es Vedrà: molte sono le leggende che ammantano questo eremo, legandolo alcune al mito di Atlantide altre agli alieni.

La bella Formentera. I Traghetti da Barcellona permettono poi di raggiungere anche Formentera: tra tutte le isole Baleari, è quella più piccola tanto da poter essere scoperta a piedi oppure in bicicletta percorrendo gli itinerari green. Il fiore all’occhiello di Formentera sono certamente le sue spiagge spettacolari lambite da acque turchesi: da Llevant a Illetes fino a Espalmador, isolotto a 150 mt dalla costa di Formentera dove non esistono stabilimenti balneari o ristoranti ma solo una incontaminata riserva naturale dominata dalla Torre di Sa Guardiola.
Uno dei luoghi più belli sorge proprio tra Ibizia e Formentera e si tratta de Ses Salines: è tra questi paradisiaci stagni rosa che si aggirano leggiadri fenicotteri, per la gioia degli amanti del birdwatching.
Non si può lasciare infine Formentera senza aver ammirato uno dei panorami più belli dal faro Es Cap de la Mola, sito su una rupe alta 120 mt, affianco alla quale c’è una lapide che ricorda Jules Verne che da questo luogo trovò ispirazione per “Le avventure di Ettore Servadac “.

Minorca. Minorca è l’isola delle Baleari più tranquilla e meno toccata dal turismo di massa: anch’essa facilmente raggiungibile in traghetto da Barcellona, la sua costa alterna lidi rocciosi ad arenili di soffice sabbia bianca come Cala Matjana, Cala en Turqueta con una lussureggiante pineta alle spalle fino a Cala Escorxada. Minorca porta sul suo territorio tracce vivide della sua storia che vanno dai centinaia di megaliti fino alle architetture figlie del colonialismo britannico che abbondano nelle cittadine di Mahón e di El Castell.
Minorca consente poi di fare una serie di emozionanti escursioni alla volta del Parco Naturale S’Albufera des Grau, ricco di pinete e zone umide habitat di numerosi uccelli acquatici, oppure verso la cima del Monte Toro dove sorge il Santuario de la Virgen del Toro che custodisce la veneratissima Madonna nera.

Maiorca. E’ un isola che meraviglia con siti naturalistici di rara bellezza. Alle spiagge, indubbiamente belle come quella caraibica di Es Trenc, si affiancano le suggestive grotte calcaree del Drago e di Artà ricche di stalattiti e stalagmiti, la penisola di Formentor con l’iconico faro fino ad arrivare alla catena montuosa Sierra de Tramontana: dichiarata Patrimonio dell’UNESCO, ospita la certosa di Valldemossa dove nell’800 dimorarono Chopin con l’amata George Sand.
La principale città dell’isola è Palma di Maiorca, fondata dai romani nel 123 a.C. e ricca di edifici che racchiudono splendidamente lo stile arabo, gotico e romano: fulgidi esempi in tal senso sono la Cattedrale La Seu, affacciata sul mare, e il Palazzo Reale dell’Almudaina.